Pat Metheny – Imaginary Day Live (2001)

12 Apr

Un concerto che mi ha fatto avere il mio amico Foxtrot. Un bellissimo contest, immerso in un’atmosfera senza tempo che personalmente al primo ascolto non avevo per nulla apprezzato, forse anche perché sprovvisto di una conoscenza sufficiente di questo sfaccettato musicista.

Mi ero promesso di riascoltarlo meglio e senza troppo chiasso attorno. Ecco come va gustato secondo me: sdraiatevi sul divano, inserite il dvd, copritevi con una bella copertina di lana o di pile e inizierete a dialogare con le casse del vostro Home Theatre.

Pat Metheny merita una stanza particolare nell’universo della musica jazz. Di tutto questo live ho scelto l’ultima traccia, Minuano (Six Eight), forse la più jazz, con pattern e scale che ricordano molto i theme classici. L’intera formazione merita un plauso, con il tastierista, Lyle Mays, su tutti: un vero portento.

Sidistef

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: