Ultime spiagge

16 Apr
Cut my life into pieces
This is my last resort
Suffocation
No breathing
Don’t give a fuck if I cut my arm bleeding

Questo è l’intro di Last Resort, la seconda traccia dell’album Infest, primo lavoro per i Papa Roach datato 2000.

Il brano, che per certi assoli ricorda vagamente Hallowed Be Thy Name degli Iron Maiden, tratta il viscerale argomento del suicidio, quì visto dalla band di Jacoby Dakota Shaddix come l’ultimo rifugio, l’ultima spiaggia.

La canzone è spesso usata come final track per i concerti del gruppo statunitense.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: