La chiesa di Ani

25 Nov

A proposito di Chiese, il rapporto tra artisti americani e le varie comunità cristiane sorte dall’altra parte dell’Oceano. Ma soprattutto quasi una simbiosi tra il lato religioso e quello musicale. Dopo il concerto di Fripp e Travis alla chiesa Evangelica Metodista di Roma lo scorso 15 novembre, segnalo un live che si tenne alla Chiesa metodista di Asbury Delaware a Buffalo, New Tork, nel 2007, protagonista la poliedrica Ani DiFranco, che in questa città ci è nata.

Di più, la particolarità di questo concerto (esiste anche un dvd facilmente acquistabile su Amazon) sta nel fatto che si trattava dell’inaugurazione del centro artistico incorporato all’interno del complesso, che la stessa Ani, assieme al suo manager Scot Fisher, decise di acquistare e ristrutturare dopo anni di disuso. Si tratta della celebre Babeville, orgoglio dei cittadini di Buffalo, che dopo l’affare Ani e Scot trasformarono in quartier generale della loro etichetta Righteous Babe Records.

Obiettivo: «… creare un luogo dinamico, che avrà una dinamica propria, una volta che tutte le persone creative si ritrovano lì, e ci saranno eventi di musica di notte, e le opere d’arte appese alle pareti e il cinema schizzato nel seminterrato».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: