Professor Longhair & The Meters – Tipitina

30 Set

Personalmente ho sempre stimato chi riesce a dare un senso a un pezzo senza per forza metterci dentro un testo particolarmente strutturato. A Professor Longhair, pianista originario di Bogalusa, Louisiana, riusciva benissimo. Non so se nella sua lunga carriera sia riuscito a coniare addirittura un termine per il suo genere musicale, ma il suo stile resta inconfondibile. Può non piacere (soprattutto a chi si nutre di sonorità più spigolose), ma ascoltate questa versione di Tipitina (uno, se non il più famoso brano di PL), sembra mettercisi anche di impegno nell’abbozzare la parte di cantato al microfono, invece fatta più che altro da brevi gesti in yodel e soltanto nelle ultime due, tre parole si intuisce che, forse, sta anche blaterando qualcosa di compiuto (tipo «my hand…»).

In questa versione si esibisce con una band funk-r&b, The Meters, originaria come lui della Lousiana. Lui è l’ospite d’onore, tanto da relegare il pianista della band a semplice gregario. Gli accordi strumentali sono una via di mezzo tra il jazz-blues di New Orleans e frizzanti passaggi caraibici.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: