Francesco Guccini – Canzone Dei Dodici Mesi (1982)

14 Dic

Avevo già segnalato un DVD di Lucio Dalla di un live alla RTSI, la televisione pubblica svizzera. Ed ecco un altro campione della musica cantautoriale italiana, ancora alla RTSI: Francesco Guccini e la sua immensa Canzone dei Dodici Mesi e i suoi significati simbolici per ogni mese dell’anno. Nel brano si distinguono diversi interpreti, session man, e artisti che hanno messo lo zampino in molti dei dischi che hanno fatto la storia della musica italiana negli anni ’70, come Vince Tempera e Gigi Rizzi.

La Canzone dei Dodici Mesi è contenuta nell’album forse più bello dell’intera carriera di Guccini, Radici. Cosa dire del brano? Dipende dai gusti, per qualcuno Guccini resta troppo prolisso, per altri i suoi monologhi sono campioni di poesia pura. Ascoltate frasi del tipo «non so se tutti hanno capito, ottobre la tua grande bellezza: nei tini grassi come pance piene prepari mosto e ebbrezza, prepari mosto e ebbrezza… Lungo i miei monti, come uccelli tristi fuggono nubi pazze, lungo i miei monti colorati in rame fumano nubi basse, fumano nubi basse…».

Nessuno ha mai onorato così tanto il mese in cui sono nato…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: