Archivio | 1958 RSS feed for this section

Duke Ellington and His Orchestra (featuring Mahalia Jackson) – Black, Brown and Beige (1958)

10 Lug

Artista/Gruppo: Duke Ellington and His Orchestra (featuring Mahalia Jackson)
Titolo: Black, Brown and Beige
Anno: 1958
Etichetta: Columbia

Come promesso, al best di Duke Ellington segue la recensione di un disco che vi consiglio di mettere subito nella vostra collezione. Che sia di jazz, blues, pop, rock non ha importanza. Questo è un capolavoro senza tempo né genere ben definito. Si dice jazz, ma qui Duke Ellington e la sua Orchestra danno una lezione di come si possa amalgamare la musica occidentale con le movenze tribali africane, sudamericane, mediterranee. Si parte dall’esodo negro e si arriva addirittura al Padrino prima che Nino Rota potesse concepire i suoi temi più famosi in tutto il mondo.

Lo stesso Ellington fornisce la chiave per interpretare il suo simbolismo, fin dal titolo: una sfumatura, dissolvenza dal nero al beige. Un passaggio, attraverso un cammino durato secoli, dalla schiavitù all’affermazione occidentale. Il cammino tra lo spirito, il sacrificio del lavoro e la musica. Parte essenziale di qualsiasi campo da lavoro, che sia la terra mediterranea o i campi di cotone degli Stati del Sud. Dal sudore e il battito dei tamburi che cadenzano la giornata lavorativa, alla domenica come giorno di riposo, dove tutti in un’ora sono uguali l’un l’altro, senza distinzioni, perché in chiesa, davanti alla sua benedizione, Dio non fa distinzioni.

L’emancipazione dell’afro-americano passa di lì, da quella casetta bianca in legno sulla collina, in cui si prega e si canta, gospel e spiritual, tutti mano per la mano. La segregazione prosegue, troverà il suo culmine tra gli anni ’50 e ’60, per poi finire, almeno per legge.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: