Archive | 1969 RSS feed for this section

Led Zeppelin – II (1969)

25 Ott

Disco complementare al primo, uscito lo stesso anno, Led Zeppelin II è uno di quegli album che ogni appassionato di rock e blues dovrebbe avere in collezione.

Sono troppi i brani celebri per menzionarli tutti, ma credo che già Whole Lotta Love o l’assolo di Bonham su Moby Dick possano valere come certificato di garanzia. Alla voce il solito Robert Plant, con Jimmy Page alla chitarra, John Bonham alla batteria e John Paul Jones al basso e tastiere.

Sidistef

King Crimson – In The Court Of The Crimson King (1969)

4 Mag

Artista/Gruppo: King Crimson
Titolo: In The Court Of The Crimson King
Anno: 1969
Etichetta: Atlantic

Diversi anni fa, agli albori della mia maturazione musicale, quando ancora davanti a me dovevano iniziare a brillare tutte le gemme della storia della Musica e quando il Progressive-Rock era ancora distante dalle mie concezioni di espressione artistica, mi trovai un pomeriggio di fronte ad una copertina di un album che distintamente da tutte le altre che la contornavano, sembrò voler a tutti i costi richiamare la attenzione su di se, sembrò voler anche per un solo secondo che tutto si fermasse per dire ciò che aveva dentro…chissà se quel giorno, all’interno di quella bocca spalancata che sembra voler descrivere al suo interno uno spazio infinito, fu possibile intravedere una prefazione di come il mio approccio all’ascolto sarebbe cambiato di li a poco; chissà se guardando ancora più a fondo quello sguardo non sarebbe stato possibile veder scorrere il film di tutte le mie esperienze musicali future.

E’ l’urlo del Progressive-Rock che dopo aver atteso, essersi formato, aver vissuto ed aver studiato a fondo le sue fonti di ispirazioni nascoste nei meandri della Musica Classica, del Jazz e del Rock, decide di venire fuori in maniera roboante per dare una collocazione perfetta a tutte le doti artistiche più complesse che l’uomo può fondere nel concetto di Musica, e per dare la possibilità alle menti pronte ad intraprendere un viaggio completamente diverso da quelli conosciuti fino ad allora, di riuscire a trovare qualcosa che riesca nel miglior modo possibile ad esprimere sentimenti e sensazioni in modo viscerale, complesso, completo.
La magia di questo album può anche essere letta in questo modo, dal riuscire a trasmettere a distanza un messaggio silenzioso ed impercettibile ma allo stesso tempo deciso ed inappellabile, a coloro i quali sono pronti per compiere questo passo, grazie a quella mostruosa copertina tanto disprezzata da chi vuole qualcosa di più convenzionale ed estetico, quanto entusiasmante ed ipnotizzante per chi invece riesce a leggervi impressa la propria natura.

Continua a leggere

Free – Free (1969)

3 Apr

Artista/Gruppo: Free
Titolo: Free
Anno: 1969

Immagine

Nel 1969 i Free firmano il loro secondo lavoro con questo album omonimo. Di solito, ma non sempre, l’album che porta lo stesso nome del gruppo è quello d’esordio. In questo caso è il secondo e per questo conserva una valenza duplice se raffrontato con il termine “free” che significa libertà.

Il tema ritorna fin dall’impatto con la copertina, che raffigura una sagoma presumibilmente femminile che, ritratta dal basso nell’atto di saltare un ostacolo, taglia in due il quadrato del disco disegnando una diagonale. La sagoma, che si staglia su un fondo di un cielo azzurro, è riempita dalla visione di stelle dell’universo.

La copertina è stata da molti inserita tra le più belle 100 cover del secolo e la descrivo perché da ciò è deducibile il senso dell’album, il cui titolo, appunto è la libertà. Giovanile, di una nascente interiorità femminile, di un nuovo universo da sondare, cui la musica ne sarà sempre più coinvolta.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: