Archive | 1984 RSS feed for this section

Minutemen – Double Nickels On The Dime (1984)

30 Mar

Artista/Gruppo: Minutemen
Titolo: Double Nickels On The Dime
Anno: 1984

Immagine

Quando il rock si fa giovane. O per meglio dire, anche il punk a volte ha ragione. Frutto del caso o solo di enorme ispirazione, frammenti, schegge impazzite di immaginaria primitività. Siamo a Venice, la California sempre nel cuore, e come ti sbagli (vedi recensione Metallica-Metallica). Ed ecco Double Nickels On The Dime, nome che deriva da due conii di monete statunitensi, il nichel (0,05 dollari) e il dime (0,10 dollari): due nichel per un dime. Come dire: basta dividere, scomporre e il gioco è fatto.

Inizialmente concepito come doppio album, uscito a più riprese, personalmente posseggo l’edizione del 1989, in cui compaiono 43 delle 45 tracce a cui si riferisce l’originale. Bastano le prime note, i primi battiti di grancassa e ci si rende conto che mentre siamo proiettati in viaggi nel surreale, dopo setto, otto minuti al massimo, siamo già a un quarto dell’album, ma che viaggio che ci aspetta. Band praticamente sconosciuta in Italia, per pochi appassionati del californian alternative style, i Minutemen uscirono con questa autentica perla nel millenovecentottantaquattro. Lo scrivo lungo perché tanto lungo è questo canzoniere.

Più di ottanta minuti di perlustrazione musicale, di stacchi, saggi, brani che ricordano “non finiti michelangioleschi” tradotti in spartito, decostruzionismo allo stato puro. Che ripercorre a zig zag la storia della musica americana contemporanea. Sono solo in tre in formazione, D. Boon (voce e chitarra), Mike Watt (basso), George Hurley (batteria). Inutile spiegare le tracce perché in questo disco è la totalità che conferisce la forma. L’ho detto, sono momenti. Ora siamo in un pub, se ne respira l’atmosfera e assieme l’odore dell’alcol, ma non c’è il tempo neanche di orientarsi e trovare posto tra i tavoli che siamo già altrove.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: