Archivio | Popolare RSS feed for this section

Federico Salvatore – Storie di un Sottosviluppato… Sviluppato Sotto! (1992)

11 Feb

Artista/Gruppo: Federico Salvatore
Titolo: Storie di un sottosviluppato… Sviluppato Sotto!!!
Anno: 1992
Etichetta: Zeus Records

Nelle due vite da cantautore di Federico Salvatore, l’una frivola e cabarettistica, l’altra di denuncia e attenta ai problemi della sua Napoli, Storie di un sottosviluppato… sviluppato sotto!!! fa ancora parte della prima. Ma in ottica futura, si può dire che questo album già contiene un poco di profondità in più rispetto ai quattro album precedenti, qualche gemma nascosta da valutare indipendentemente dalle altre (insomma, quelle da dare i porci…).

Non mi dilungherò eccessivamente sul personaggio, per il quale in parte ho già offerto un marginale profilo nelle Vite Parallele. Mi limiterò a fare alcune considerazioni su questo disco: sono tredici tracce, in cui se dovessi fare la classifica delle tematiche affrontate da Salvatore, non esiterei a mettere in cima alla lista l’ossessione contro l’omosessualità. In contrasto con quanto poi presenterà a San Remo con Sulla Porta, in questo Storie Federico Salvatore sfiora l’omofobia. Non so se il suo sia un intento sarcastico, quasi a voler difendere una categoria sputandogli veleno (in chiave antifrastica allora…). Se  così fosse, beh, gli è riuscito malissimo.

Il massimo dell’ispirazione in questo senso emerge soprattutto in Herojto Kuna Kekka, una breve filastrocca melodicamente anche ben costruito, dove il primo verso recita imitando un cinese: «Essele floci è male davvelo ingualibile». Per carità, non voglio fare il moralista, ma è chiaro (anzi chialo…) che oggi a distanza di quasi 20 anni e quindi con un pochino di civiltà in più, una canzone del genere sarebbe impresentabile e in molti lascerebbero la poltrona del teatro (a parte il rischio di una marea di comunicati da Arcigay). In Zero… 81 ne tira fuori un’altra: «Meglio tardi che mai, meglio tardone che gay».

Continua a leggere

Annunci

Raf – Manifesto (1995)

3 Mag

Artista/Gruppo: Raf
Titolo: Manifesto
Anno: 1995
Etichetta: Warner Music

Immagine

Se dopo aver letto nome dell’artista e album, avete comunque scelto di aprire questa pagina, vuol dire che siete pronti a tutto. E non potrete certo lamentare di non essere stati avvertiti.

Raf, Manifesto, 1995. Perché? Perché con tanti album a disposizione, dopo aver recensito dai Deep Purple a Billy Cobham ho scelto di parlarvi di Raf? La domanda potrebbe aprirne altre mille, e forse nessuna avrebbe una risposta esauriente.

Posso però iniziare dalla mia collezione, in cui Manifesto compare, per l’ordine alfabetico, preceduto dai Radiohead e seguito dai Rage Against The Machine. Ecco la prima incongruenza, questi ultimi due dischi con un qualcosa che li lega, seppur impercettibile, affidato a un’oggettiva percezione musicale, di genere, il primo disco invece, completamente estraneo, avulso dal contesto, sui generis. E non è un merito.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: