Tag Archives: jethro tull

Jethro Tull – Locomotive Breath

17 Feb

Locomotive Breath la conosciamo tutti, brano tra i più riusciti e coinvolgenti degli immensi Jethro Tull. Per chi ha avuto modo di vederli dal vivo, sono in tutto e per tutto Ian Anderson. Ora. Non nel 1977, nel video che segue, il leader è già e sempre lui, il vecchio Ian, ma il gruppo è al completo, c’è Martin Barre alla chitarra elettrica, Dee Palmer alla tastiera, da poco era uscito Songs from the Wood e dopo alcuni anni di tempesta tra i Jethro Tull e il loro pubblico le cose si rimisero al loro posto.

Dopo la versione della band inglese seguono invece quattro Locomotive Breath riarrangiate da gruppi diversi tra loro. In cui emerge la grande attenzione per questo brano da parte di gruppi metal, come gli W.A.S.P. o i Prime Evil. Molto interessante trovo la versione degli Styx, gruppo in cui dal ’75, a fasi alterne, vi ha suonato il chitarrista Tommy Shaw. In questo caso si tratta di sonorità che preludono a una via di mezzo tra l’hard rock di primo stampo degli Styx, sfumato in un progressive più di marca Jethro Tull.

Continua a leggere

Un transtierista per i Jethro Tull

30 Giu

Dal 1976 al 1980 i Jethro Tull si sono avvalsi degli arrangiamenti di David Palmer, tastierista nato a Londra nel 1937, che in seguito a dissidi con il leader del gruppo, Ian Anderson, decise di abbandonare la collaborazione con la band. Preso atto di vivere in un corpo opposto alle sue tendenze sessuali, nel 2004, all’età di 67 anni, David ha completato la sua trasformazione, diventando definitivamente donna e cambiando il suo nome in Dee.

Sidistef

Blodwyn Pig

10 Giu

I Blodwyn Pig sono una band rock blues fondata nel 1968 dal sodalizio tra il sassofonista Jack Lancaster e il primo chitarrista dei Jethro Tull, Mick Abrahams, che lasciò Ian Anderson a seguito dei continui litigi tra i due.Del gruppo si trovano pochissime foto o testimonianze. Esiste un archivio della Getty Images, ma tutte le foto sono coperte da copyright.

Continua a leggere

Dal caso alla leggenda

10 Mag

A volte ad un nome viene associata una leggenda, e a volte alla nascita di questa leggenda corrisponde una storia curiosa…è questo il caso del gruppo inglese Jethro Tull, fondato dal flautista Ian Anderson nel 1967.

A causa di una popolarità che stentava a decollare e obbligati da performance che in molte occasioni non riscuotevano particolari successi nei locali nei quali riuscivano ad ottenere degli ingaggi, i Jethro Tull, agli inizi della loro carriera, si trovarono spesso costretti a cambiare e ricambiare in continuazione il nome della loro band, fingendosi ogni volta un gruppo nuovo per potersi ripresentare in posti dove avevano già suonato in precedenza senza il condizionamento di esibizioni andate male.
Era compito del loro agente trovare di volta in volta un nome nuovo al punto che, in determinate occasioni, la band suonava senza neanche sapere quale fosse il loro nome di quella serata.

Ma in occasione di una serata al Marquee Club di Londra, il proprietario John Gee apprezzò la loro esecuzione tanto da proporgli un contratto per le serate successive…il nome di quella serata era Jethro Tull e di li in avanti li avrebbe accompagnati per una carriera quarantennale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: