Tag Archives: jimmy johnson

Dominic Miller ha scelto Plovdiv per la prima del suo nuovo album 5th House

27 Apr

Lo chiamano «la mano destra di Sting». Il chitarrista argentino Dominic Miller si è affacciato alla ribalta suonando nell’album But Seriously di Phil Collins, poi nel ’91 ha partecipato al lavoro The Soul Cages di Sting, con il quale ha continuato a collaborare partecipando a diversi tour. Dall’ultimo, la scorsa stagione, tra una data e l’altra, tra Los Angeles e la Nuova Zelanda, è nato il suo 5th House, definito ai leggendari Henson Studios, L.A., e nella cui formazione sono compresi il pianista dei Level 42, Mike Lindup, oltre al bassista Nicholas Fizhman e al “fenomeno” batterista marocchino Rani Kridzha.

Il disco verrà presentato nel prossimo tour del Dominic Miller Project, la cui prima data è stata fissata in Bulgaria, al Teatro Antico di Plovdiv il prossimo 29 maggio. L’organizzazione del concerto è dovuta alla famosa violinista bulgara Dorina Markova e dal Comune di Plovdiv. «Sono felice di dire che Dominic ha scelto Plovdiv per la prima del suo nuovo album», l’annuncio di Dorina Markova, la quale ha aggiunto che spera che l’evento possa contribuire alla candidatura di Plovdiv come capitale culturale d’Europa nel 2019.

5th House è il quinto album di Dominic Miller, il quale, oltre che con Collins e Sting, vanta anche collaborazioni con molti altri artisti di prim’ordine come Vinnie Colaiuta e Jimmy Johnson. Stando alle recensioni 5th House uno degli album strumentali più brillanti della sua carriera. Il numero “5”, alla base della simbologia che accompagna Miller da una vita: «In astrologia – dice l’autore dell’album – significa amore e passione. Naturalmente, potrei richiamare anche Il quinto elemento o il Quinto Emendamento alla Costituzione».

FONTE: Kafene.bg

Chicago Blues: Jimmy Johnson

4 Mag

Jimmy Johnson è nato nel 1928, a Holly Springs, Mississippi. All’età di 22 anni segue la sua famiglia a Chicago, dove inizia a lavorare da saldatore e nel tempo libero coltiva l’hobby della chitarra. Contrariamente a suo fratello, Syl, che diventerà un importante interprete soul, Jim ama il blues e risulta più vicino all’altro suo fratello, Mac Thompson, che sarà il bassista di Magic Sam. Jimmy inizia ad entrare nel professionismo solo nel 1959, assieme a Slim Willis. Da lì una lenta scalata fino a condividere un tour con Otis Rush, nel 1975.

Dovrà però attendere la mezza età per vedere pubblicati i suoi soli migliori, sotto le etichette Alligator e Delmarks. Nel 1988, in un brutto incidente stradale in Indiana, dove perderanno la vita bassista e tastierista della sua band, Johnson resta gravemente ferito, allontanandosi inevitabilmente dal mondo della musica. Tornerà nel ’94 con la Verve, per poi incidere con il fratello Syl, Two Johnsons are Better than One, nel 2002, seguito da un live due anni dopo. Con Buddy Guy, è attualmente è uno dei pochi rappresentanti ancora in vita del blues di Chicago.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: