Tag Archives: Pearl Jam

EXTRA| Pearl Jam, esordio da “Dieci” e lode

14 Ott

pj 1

Quattro mesi dopo la caduta del Muro di Berlino la musica internazionale era totalmente cambiata. In America imperversava il grunge mentre in Europa ancora ci si cullava sulle raggrinzite note del post-punk. C’era però una band che avrebbe fatto dei due stili il suo mantra.

L’origine dei Pearl Jam può coincidere con una data su tutte, il 16 marzo 1990. Quel giorno Andrew Wood morì per un’overdose di eroina e i Mother Love Bone, di cui Wood era il cantante, si sciolsero dopo appena un album, Apple, pubblicato solo quattro mesi dopo questo evento. A quel punto, il chitarrista Stone Gossard e il bassista Jeff Ament, dopo essersi inizialmente divisi, tornarono assieme e fondarono un nuovo progetto con il chitarrista Mike McCready. Mancava il cantante. Il problema si risolse nel modo che tutti conoscono. In loro soccorso arrivò l’ex batterista dei Red Hot Chili Peppers, Jack Irons. La band gli fece pervenire un demo con cinque brani, che lui sottopose a un suo amico di vecchia data. Era Eddie Vedder, che all’epoca lavorava in una pompa di benzina di San Diego e la sera cantava in una band locale, i Bad Radio.

Continua a leggere

Il benzinaio di San Diego

1 Apr

ImmagineLa storica voce dei Pearl Jam, Eddie Vedder, faceva il benzinaio in una stazione di servizio di San Diego quando venne contattato per un provino dai leader della band nascente dei Pearl Jam, Jeff Ament e Stone Gossard.

Provino che tenne a distanza, visto che il resto della band si trovava a Seattle. A Eddie venne spedito un cd con sopra incise alcune basi strumentali sulle quali Vedder scrisse dei testi ad hoc, ci cantò sopra sovraincidendo le tracce e rispedì tutto al mittente. Qualche giorno dopo venne scelto per completare il gruppo e si trasferì a Seattle.

Tra quelle tracce c’era anche la bellissima Alive, presa di mira da Kurt Cobain perché troppo piena di assoli, e che narra del suo rapporto con il patrigno Peter Mueller. Un rapporto giunto al capolinea una volta che Eddie scoprì l’identità del suo vero padre, ormai già morto per sclerosi multipla. Questo fu anche il motivo per cui, una volta trasferitosi a Chicago dalla mamma, decise di cambiare il suo vero cognome, Severson III, in quello della madre Karen Lee Vedder.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: