Tag Archives: steve hackett

Steve Hackett – Metamorpheus (2005)

21 Feb

[AllCDCovers]_steve_hackett_metamorpheus_2005_retail_cd-front

Questa recensione voglio iniziarla con una risposta. Una delle tante spese su Metamorpheus, ennesima fatica di Steve Hackett che data 2005. Perché questo lavoro ha avuto una fortuna alterna, divisa tra i difensori incalliti del grandissimo chitarrista dei Genesis, che contrastano con reazioni meno entusiastiche da parte degli integralisti al contrario. Da osservatore esterno, mi pongo nel mezzo e cerco di accontentare la curiosità di chi si chiede perché Metamorpheus. O meglio, alcuni si domandano tuttora cosa ci sia di metamorfosi all’interno di questo album che suona lineare e pacato.

Bene, la risposta probabilmente è nel carattere autobiografico che si è voluto regalare lo stesso Hackett, e la metamorfosi non è all’interno del disco, che invece è una conseguenza della rivoluzione della sua vita. Come Orfeo, il mito che tratta quest’opera, anche Steve si è calato in un nuovo mondo, quello della musica classica che, con il progressive rock, aveva solamente potuto semplificare in qualche fraseggio estemporaneo. Qui la musica classica diventa la regola. Tutto il resto, semplicemente non c’è. E ciò, all’uscita di Metamorpheus, ha disorientato i fans. C’è chi ha accolto con entusiasmo e curiosità l’esperimento, chi invece decretò la fine anticipata di un artista che invece ha prodotto poi altri 5 dischi dopo questo, l’ultimo un anno e mezzo fa.

Continua a leggere

Steve Hackett – Please Don’t Touch (1978)

11 Dic

[AllCDCovers]_steve_hackett_please_dont_touch_remastered_2005_retail_cd-front

Si può essere prog anche sfiorando argomenti che al prog poco appartengono. Sempre con quel filo di stravaganza tipica del rock teatrale, che con i Genesis raggiunse l’apice. Era il 1978 e Steve Hackett inaugurava con Please Don’t Touch la sua carriera da solista. Un album che sottolinea la grande cultura extramusicale del chitarrista dei Genesis (dalle citazioni di Narnia agli omaggi ad Agatha Christie), e che sarà uno dei suoi marchi di fabbrica fino a Metamorpheous del 2005. Un campionario di stili e generi, dove un ruolo da protagonista ma mai esclusivo recita la sei corde di Steve, dall’elettrica alla classica in nylon.

Continua a leggere

Intervista a Steve Hackett

18 Mag

Intervista a Steve Hackett al Quintessentially Soho nel 2010. L’ex chitarrista dei Genesis, aveva da poco pubblicato il suo penultimo lavoro: Out of the tunnel mouth. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: