Tag Archives: The Beatles

COVERMANIA | Yellow Submarine

7 Gen

Ha battuto tutti i record di vendita in Gran Bretagna e nel resto del mondo, è stato il primo singolo ad uscire in formato 45 giri e ha dato il titolo a uno dei più celebri film animati musicali. Non c’è un angolo nel mondo che non conosca le note e le parole di Yellow Submarine, canzone cult degli anni ’60 firmata dai giovanissimi Beatles con la pubblicazione del loro secondo lp Revolver nel 1966.

La fama di questo brano (così come tutte le produzioni dei Beatles) è attestata anche dalle tante, tantissime cover che ne sono state riproposte nel corso degli anni e fin da subito. Girando per il web mi sono davvero divertito perché ce n’è per tutti i gusti, dalle cover fedeli all’originale a totali rivisitazioni nelle più disparate chiavi di lettura. A parte l’originale, ho scelto 4 cover che mi sembravano più interessanti per la diversità tra loro, ma non possono essere escluse altre versioni, da quella degli australiani Silverchair a quella di Nada, o la più comica di Milton Berle, o addirittura alla voce quasi lirica di Mrs. Elva Miller.

Si parte dall’interpretazione militar-ironica dei Leningrad Cowboys, una banda di scalmanati finlandesi con la fissa per le creste e per l’Unione Sovietica che vanno cantando in giro per il mondo vestiti da gerarchi dell’Armata Rossa…

Continua a leggere

Una stella per Paul

3 Feb

Il prossimo 9 febbraio, alle 14, una cerimonia speciale fermerà Hollywood. Sir Paul McCartney si vedrà assegnata una sua personale stella nella Walk of Fame della città del cinema per antonomasia. Era ora, dirà qualcuno. L’ho detto anche io, sebbene il fatto che hai o meno la tua stella a Hollywood non mi cambia certo l’opinione che ho sul tuo operato artistico. Però mi è venuto da dire «finalmente» quando ho visto che dei 4 Beatles, Paul era l’unico a non aver ancora ricevuto tale onorificenza. C’erano John Lennon, Ringo Starr e George Harrison, ma la stella di McCartney, quella no.

La cerimonia si terrà di fronte alla Capitol Records Tower al 1750 N. Vine Street di Hollywood. La stella di McCartney verrà allocata in compagnia dei suoi 3 vecchi compagni di avventura, chiudendo così il cerchio Beatles in Vine Street. Questo è anche l’ultimo di una serie di riconoscimenti che Sir Paul ha ricevuto negli anni. Nel 2010 aveva ricevuto il premio Gershwin consegnato dal Congresso degli Stati Uniti per mano dello stesso presidente Usa, Barack Obama. McCartney riceverà un altro premio sempre a Hollywood: il MusiCares Award, per il suo costante impegno nelle cause benefiche.

Tra le sue maratone di beneficenza, va ricordato il Live Aid del 1985, quando una Let it Be eseguita al pianoforte, portò poi sul palco al fianco dell’ex Beatle, artisti come Bob Geldoff, Pete Tonwshend, David Bowie. Resto dell’opinione che la beneficenza con la musica fa anche tanta pubblicità, ma questa è un’altra storia.

Famoso per caso

2 Nov

Come si può diventare uno dei personaggi più visti in assoluto dagli appassionati di Musica, pur non avendo mai fatto parte di questo mondo in nessun modo durante la propria vita? Semplicissimo, basta essere nel posto giusto e al momento giusto. Nel caso di Paul Cole questo accadde intorno alle 10 del mattino dell’8 agosto 1969, in una via nel nord di Londra già famosa per la presenza di alcuni importantissimi studi di registrazione.

Quel giorno il fotografo scozzese Iain MacMillan preparava la propria attrezzatura fotografica e la puntava verso quattro ragazzi inglesi che attraversano la strada sulle strisce…quei ragazzi, ovviamente, erano i Beatles e la via in questione era la celeberrima Abbey Road. Ed è proprio questa la circostanza che ha visto protagonista involontario Cole, che si ritrovò immortalato proprio nello scatto che divenne in seguito la copertina più famosa di ogni epoca e gli permise di diventare noto (e in parte anche invidiato) a milioni di fans in giro per il mondo.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: