Tag Archives: the kills

The Kills – No Wow (2005)

24 Giu

The Kills - No Wow - Front

Non è facile suonare minimal (o come lo chiamano alcuni lo-fi vintage) quando nello stesso periodo spopolano gli White Stripes. Ahimé, quelli di po-popopopo-po. Complicato farlo passare come un tentativo di tornare alle origini, per alcuni addirittura al blues del delta. Inevitabile, per chiunque a cavallo del 2000 avesse provato a dissezionare il suono rendendolo quasi rumore in sottofondo della voce, cadere nel superficiale accostamento: The Kills= brutta copia degli White Stripes. Se poi si ricompone un duo, voce femminile (Alison “VV” Mosshart) e strumenti – ma anche voce, talvolta – maschili (Jamie Hince), insomma tutto riconduce lì. Ma non solo. Gli effetti, per i Kills, sono un po’ questi. Devastanti per la pubblicità e il botto che fecero, tanto come le ripercussioni su certe convenzioni una volta attaccato il play allo stereo. Una scialba copia dei migliori? Chissà, vanno ascoltati per poi dare un giudizio. Noi ve li proponiamo con No Wow, secondo lavoro del duo anglo-statunitense.

Continua a leggere

Kaiser Chiefs – Modern Way (2005)

2 Giu

Nel 2005 si affacciano nel panorama mondiale i Kaiser Chiefs, musica che trae ispirazione dalla vecchia new wave inglese, ma nell’ambito britannico assorbe molto anche dall’indie rock di impronta Interpol, e sicuramente una forte accento di influenza deriva da altre band loro connazionali, come i Franz Ferdinand, ma anche gruppi come The Kills, Libertines, ecc.

Il video che vi presento è relativo al brano Modern Way, terza traccia dell’album d’esordio dei Kaiser: Employement. Quasi un titolo divinatorio ad attestare il loro nuovo status di professionisti della musica. Linea semplice, melodia comune appoggiata su un piacevole scivolo di basso, ritmata e volutamente banalizzata, dove il massimo dell’espressività è affidata alla voce di Ricky Wilson, sulla stessa identica sintonia in chiave Brit Pop.

Negli anni li ho persi completamente di vista, ma so che non pubblicano da almeno tre anni, anche se entro la fine di quest’anno è atteso il loro quarto lavoro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: